Explore
 Lists  Reviews  Images  Update feed
Categories
MoviesTV ShowsMusicBooksGamesDVDs/Blu-RayPeopleArt & DesignPlacesWeb TV & PodcastsToys & CollectiblesComic Book SeriesBeautyAnimals   View more categories »
Repulsion review
119 Views No comments
1
vote

REPULSION di Roman Polanski

Add header image

Choose file... or enter url:
Fonte: www.alexvisani.com
Improntato sullo stile horror psicologico che ha caratterizzato "Rosemary's Baby" e "L'inquilino del III piano", il film di Polanski racconta in un crescendo di tensione, la dicesa verso la follia della protagonista Carol. Questa vive con la sorella un rapporto di semi-soggezione psicologica e di attaccamento morboso che la spinge a detestarne l'amante con cui la donna intraprenderà un viaggio in Italia. Carol, rimasta sola, accentua la sua mania sessuofobica rifiutando uno spasimante con cui esce da qualche tempo, e combinando diversi guai sul lavoro (in un centro estetico), dove la vista del sangue sgorgato da una ferita volutamente provocata ad una cliente, fa saltare in Carol gli schemi mentali che ancora la tenevano ancorata alla reltà. Nell'ultima parte del film la protagonista, in preda ad allucinazioni che coinvolgono la stessa casa mutante di fronte ai suoi occhi, e un probabile ricordo di violenza sessuale subita, finisce con l'uccidere il suo spasimante e l'affittuario della casa dove vive, fino a ritorno della sorella e dell'amante che la trovano stesa in terra in uno stato di trance catatonica. Il film punta interamente sull'orrore psicologico e sulla lenta discesa agli inferi della mente della protagonista di cui il regista fa intuire e non rivela mai, un trauma trascorso che l'ha irrimediabilmente segnata. Paranoia, ossessioni e inevitabile epilogo sono gli ingredienti che hanno caratterizzato "Rosemary's Baby", ma che non riescono a creare il capolavoro che Polansky avrebbe potuto realizzare se il ritmo del film fosse stato appena un po' più veloce e la Deneuve (che interpreta Carol), meno monocorde per tutta la durata della pellicola. Datato 1965.
VOTO: 6,5

RECENSIONE DI

VALENTINA PROIETTI
Concordo pienamente con questa recensione che ho trovato sul web!
Avatar
Added by charmela
7 years ago on 3 December 2009 09:48



Post comment


Insert image

drop image here
(or click)
or enter URL:
 link image?  square?

Insert video

Format block